Indirizzo teorico clinico-STUDIO PSICOLOGICO CLINICO DELLA RELAZIONE

STUDIO PSICOLOGICO CLINICO DELLA RELAZIONE

Indirizzo teorico clinico

 

          Seguiamo un approccio teorico-clinico ad orientamento psicodinamico che si colloca nella tradizione scientifica della psicoanalisi, seguendo in modo specifico il modello "Psicoanalisi della relazione".
In particolare il nostro approccio si lega al filone della Relational Psychoanalysis americana (Aron, Mitchell) secondo cui l'individuo costruisce la sua identità sulla base di esperienze di relazione con gli altri: sono tali esperienze, in particolare nelle prime fasi della vita, che costituiscono "gli elementi strutturanti fondamentali per la costruzione della vita mentale". (Mitchell)

La psiche umana, essendo un sistema do 492549639-600x400tato di plasticità, tende naturalmente a modificarsi e ristrutturars i sulla base delle diverse esperienze nel corso della vita, quando ciò non risulta possibile si genera sofferenza. La cosiddetta “patologia”, in altre parole, non è altro che rigidità, impossibilità a modificare le proprie modalità relazionali nonostante esse non siano più funzionali in quel dato momento.

La finalità del processo analitico è proprio la riappropriazione e, al tempo stesso, la nuova elaborazione, di tali modalità caratterizzate da rigidità.
L’ambito privilegiato di osservazione e cura è costituito dalla relazione tra paziente e terapeuta: poiché l'interagire (e la riflessione su tale interazione) conducono alla conoscenza del mondo, dell'altro e di sé, l’intervento terapeutico attraverso la relazione promuove il processo di consapevolezza.

Per approfondimenti: 
https://sipreonline.it/wp-content/uploads/2016/10/Fontana_Psicopatol_-La-psicopat-in-Psi-Rel.pdf