Disturbi somatoformi-STUDIO PSICOLOGICO CLINICO DELLA RELAZIONE

STUDIO PSICOLOGICO CLINICO DELLA RELAZIONE

DISTURBI SOMATOFORMI

 

    I disturbi somatoformi hanno in comune il fatto che il soggetto esprime il disagio psichico attraverso il corpo. Generalmente il conflitto che la persona non riesce a mentalizzare viene spostato sul piano somatico.


Ipocondria

Il soggetto vive nel continuo terrore o convinzione di possedere una grave malattia. La convinzione si basa sulla errata interpretazione dei propri sintomi fisici (per esempio l’affanno dopo aver fatto le scale potrebbe essere inteso come l’allarmante indice di infarto). In genere viene “scelta” la malattia socialmente diffusa dei mezzi di informazioni (come per esempio il tumore o l’aids)


Disturbo da dismorfismo corporeo

Questo disturbo riguarda la preoccupazione di avere un difetto fisico che realtà è inesistente o, qualora fosse lievemente presente, viene comunque percepito in maniera esagerata e distorta.


49181_1

La terapia
Ha come obiettivo quello di rielaborare il conflitto espressa attraverso l’eccessiva preoccupazione per un reale presunto difetto fisico. Dal momento che la percezione corporea riflette la percezione del sé che determina il modo di porsi in relazione agli altri sarà utile indagare come il soggetto percepisce se stesso.